Trascorriamo il 90% del nostro tempo al chiuso, e per nove ore al giorno condividiamo spazi con altre persone.

Di solito non dedichiamo molti pensieri alla qualità dell’aria all’interno delle stanze, ma dovremmo farlo. L’aria che respiriamo al chiuso è FINO A 5 VOLTE PIU’ INQUINATA DI QUELLA ESTERNA. Gli spazi pubblici, come gli uffici, le strutture sanitarie e le scuole sono terreno fertile per batteri, virus, polvere ed allergeni, così come sostanze chimiche irritanti ed odori. Tutti quanti riconosciamo l’importanza di lavarci le mani e di tenere pulite le superfici, ad esempio le porte, le scrivanie, i bagni, ecc.; ma questo non basta. ANCHE L’ARIA DEVE ESSERE PULITA.

Perché?

  1. Le malattie respiratorie (raffreddori, influenze, allergie ed asma) sono la ragione principale delle visite mediche.
  2. Raffreddori ed influenze colpiscono circa 3 milioni di persone ad ogni stagione fredda in Italia
  3. Il virus influenzale puo’ disperdersi fino a 2 metri nell’aria, principalmente nelle goccioline emesse con tosse, starnuti o semplicemente parlando, e può vivere per diverse ore. La trasmissione virale, che puo’ avvenire tramite spostamento autonomo fino a 5 metri, può essere accelerata o amplificata dal sistema di riscaldamento e condizionamento d’aria di un edificio.

Cosa c’è nell’aria?

  • BATTERI / VIRUS
  • ALLERGENI (Pollini, Muffe, Spore, Forfora animale, Acari della polvere)
  • VAPORI CHIMICI (Composti chimici volatili, Fumo di sigaretta, Smog)
  • ODORI

L’aria cattiva ha un impatto sull’ultima riga di bilancio:

  1. Secondo i dati INPS, in Italia sono state perse per malattia 6 oltre 100 milioni di giornate di lavoro, con conseguente perdita di produttività.
  2. Secondo una stima, la sindrome da edificio malato (SBS) è responsabile della perdita di 24,6 milioni di giorni di lavoro persi all’anno.
  3. Per un’azienda di 10 dipendenti, sono 13.000 euro.

I benefici dell’aria pulita

Respirare è più semplice – Il 99,97% dei germi, allergeni e particolati pericolosi vengono rimossi dall’aria*

La produttività aumenta – La migliore qualità dell’aria migliora il rendimento, la concentrazione e lo sforzo mentale, e può ridurre l’assenteismo per malattia

Il clima aziendale migliora – Un’aria pulita, libera da contaminanti e odori, dimostra attenzione e cura per il benessere di clienti e dipendenti

*della grandezza fino a 0,3 micron

< INDIETRO
< INDIETRO

Visualizzazione di tutti i 10 risultati